Seleziona una pagina
Il Tet è il Capodanno vietnamita, una festività molto sentita dalla popolazione locale. Le celebrazioni tradizionali, intrise di usi e costumi ricchi di fascino, sono una delle ragioni per cui ogni anno ci innamoriamo sempre più del Vietnam.
Viaggiare durante il Tet ti darà la possibilità di vivere il Vietnam autentico, quello vestito con i colori rosso e giallo della festa, illuminato dai fuochi d’artificio e dalle lanterne, che profuma in famiglia e rende omaggio agli antenati.

Quando si festeggia il Capodanno in Vietnam

Tet in lingua Viet significa “festività”. Ci sono infatti diversi tet durante l’anno come, ad esempio il Tet Trung Thu, la festa di metà autunno. Ma quando viene utilizzata da sola, la parola indica la festa principale, il Tet Nguyen Dan, ovvero “la festa della prima mattina del primo giorno”.
Le prossime date per celebrare il Tet in Vietnam sono:

  • 12 febbraio 2021
  • 1 febbraio 2022
  • 22 gennaio 2023
  • 10 febbraio 2024
  • 29 gennaio 2025
Festeggiare il capodanno in Vietnam con la nostra guida

La cadenza del Tet si basa sul calendario lunare; questo significa che non è fissa ma oscilla un pochino, ma cade comunque sempre nel periodo compreso tra metà gennaio e febbraio.

Come si festeggia il Tet in Vietnam

Secondo la tradizione, durante il Capodanno vietnamita, gli antenati fanno visita ai loro parenti e, per questa ragione, è compito di questi ultimi preparare la casa per accoglierli in maniera adeguata.
L’organizzazione è molto accurata e ha inizio nelle settimane precedenti la data stabilita dal calendario: le tombe dei defunti vengono pulite e si bruciano i bastoncini di incenso in loro onore.
Festeggiare il capodanno in Vietnam
Inoltre vengono preparate offerte al dio della cucina – Ong Tao – e la casa viene tirata a lucido: secondo la credenza, se si spazza nei tre giorni successivi al Tet, anche la fortuna verrà spazzata via!

Una particolare consuetudine è quella di liberare una carpa, nel fiume o nel lago più vicino, in modo tale che lo spirito della casa possa cavalcarla nell’aldilà per raggiungere l’Imperatore di Giada Ngoc Hoang, una delle massime divinità della mitologia cinese e del taoismo.

Festa del Tet: come si celebra il Capodanno in Vietnam
I primi tre giorni del Tet sono i più importanti.

  • Il primo è per alla famiglia: i genitori e i nonni regalano ai figli e ai nipoti buste rosse con soldi portafortuna, e i bambini si prodigano nel fare promesse per il futuro anno.
  • Il secondo è dedicato agli amici intimi, con cui si trascorre del tempo mangiando le prelibatezze preparate in occasione del Capodanno;
  • Il terzo giorno è riservato agli insegnanti, a dimostrazione di quanto i maestri siano un caposaldo della cultura vietnamita. In questa giornata gli antenati tornano nell’aldilà e, per agevolare il loro viaggio, vengono bruciati oggetti votivi.

Dal quarto giorno la vita torna piano piano alla normalità, i negozi riaprono e si torna a lavorare nei campi.

Piatti tradizionali per celebrare la Festa del Tet

Per il Capodanno vietnamita vengono preparati diversi piatti tipici. Inutile dirlo: li abbiamo provati tutti, e questi sono i nostri preferiti:

 

Il Banh Chung: dolce delle feste

Banh Chung: è talmente rappresentativo della ricorrenza che – in particolare al sud – viene chiamato anche Banh Tet. Si tratta di un panetto di riso glutinoso, ripieno di fagioli rossi e carne di maiale, che viene avvolto in foglie di bambù e poi bollito;

Festeggiare il capodanno lunare

Xoi Gac: molto popolare per via del suo colore, è una versione alternativa di sticky rice che viene preparato con il gac, un frutto che dona al piatto una sfumatura rosso acceso;

Capodanno a Saigon

Mut Tet: è un insieme di frutta candita – kumquat, cocco, tamarindo -, caramelle gommose e semi di zucca o melone; viene servito per accompagnare il tè offerto agli ospiti durante il Tet.

Le decorazioni del Tet

I colori della festa sono il rosso e il giallo e, in questo dettaglio, c’è una leggera differenza tra nord e sud del Vietnam: a Hanoi si decora la casa con fiori di pesco mentre a Ho Chi Minh City si usano i fiori mai, che sbocciano proprio in questo periodo e sono di un giallo intenso.
Celebrazione capodanno lunare
Tutti però addobbano giardini e balconi con alberelli di kumquat, i cui frutti sono simbolo di fortuna e successo.

Nelle campagne più che nei centri cittadini si innalza un Cay Neu, detto anche l’albero del Tet. Si tratta di una canna di bambù alla cui sommità vengono legati simboli taoisti che, agitandosi al vento, “stordiscono” gli spiriti maligni e attirano quelli benevoli. A questi talismani viene inoltre legata una bandiera a forma di carpa e una raffigurazione in carta dello Yin e dello Yang. Il risultato è simile al penjor che, nella tradizione balinese, viene issato durante il Galungan.

Offensiva del Tet – il Capodanno più importante della storia del Vietnam

Vacanze in Vietnam mappa offensiva del Tet

Il Capodanno vietnamita è salito alla ribalta internazionale in occasione di una famosa azione bellica, avvenuta nei primi mesi del 1968. L’offensiva del Tet è partita in concomitanza con la festività da cui prende il nome; si è trattato di un vero e proprio successo tattico ma, soprattutto, una svolta decisiva per la guerra del Vietnam.

La componente nordista, durante la notte tra il 30 e il 31 Gennaio 1968, lanciò diversi attacchi simultanei, nelle maggiori città del sud e presso due basi militari USA al confine con il Laos.

L’attacco, ideato dal generale Vo Nguyen Giap, colse gli Stati Uniti totalmente di sorpresa e costituì una importante vittoria morale per l’esercito del nord. Nelle settimane successive il presidente Lyndon B. Johnson si dimise e cominciarono i colloqui di pace.
Il vantaggio maggiore che l’offensiva del Tet portò fu a livello propagandistico: l’opinione pubblica americana si rese conto che il Vietnam del Nord non era sull’orlo della disfatta – come continuava a sostenere il governo, mentendo – ma, anzi, era in grado di sferrare un assalto di quelle proporzioni. Le proteste contro la guerra aumentarono e gli USA iniziarono un lento e graduale ritiro delle truppe.

Viaggiare in Vietnam durante il Tet

Il Tet, come hai potuto leggere, è una festività che si celebra in famiglia e, per questo motivo, nei giorni precedenti al Capodanno, milioni di persone si spostano per raggiungere i villaggi nativi. Questo si traduce anche in un aumento della microcriminalità, ragione per cui è bene prestare un pochino di attenzione in più.
Il capodanno vietnamita: il Tet
I mezzi di trasporto potrebbero essere pieni, i prezzi dei biglietti aerei e ferroviari lievitare e alcuni ristoranti ed esercizi commerciali rimanere chiusi per giorni. Di conseguenza, se hai intenzione di organizzare la tua vacanza in Vietnam durante il Tet, ti consigliamo di prenotare gli spostamenti con largo anticipo in modo tale da non rischiare di non trovare disponibilità o spendere troppo.
Celebrare il capodanno in Vietnam
Viaggiare durante il Tet è davvero un’occasione da non perdere: tutto il Paese è in festa, l’atmosfera è frizzante e coinvolgente. Che tu scelga di passare il Capodanno vietnamita in una grande città o in un piccolo centro abitato del Vietnam, vedrai un popolo unito nella celebrazione delle tradizioni e potrai vivere un’esperienza irripetibile e che rimarrà a lungo nei tuoi ricordi.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •