Seleziona una pagina
Modernità e tradizioni dai mille colori

Centro del Vietnam: cosa non perdere

Guida alle destinazioni da non perdere nel centro del Vietnam

Il Centro del Vietnam riserva tante sorprese: luci e caverne, spiagge e colline, metropoli e villaggi. In un numero limitato di zone del Paese potrai avere davvero così tante opzioni diverse. Con questa guida vogliamo aiutarti a capire cosa non puoi davvero perdere: le mete che ti faranno assaporare i mille aspetti differenti della vita vietnamita.

ATTIVITÀ DA NON PERDERE

La vista mozzafiato dalle colline delle Ba Na Hills.

VACANZEINVIETNAM CONSIGLIA

Goditi la spiaggia e qualche bagno rilassante ma evita gli orari più assolati.

COSA VEDERE

Osserva i diversi stili delle case nel centro di Hoi An.

La lunga estate del Vietnam centrale

Quando andare

La regione centrale del Vietnam gode per la maggior parte dell’anno di un gradevole clima caldo e secco che è l’ideale per le tue vacanze al mare. Da gennaio ad agosto troverai infatti cieli soleggiati, bassi livelli di umidità ed una temperatura media dell’acqua di 25°C: resistere dal tuffarti in mare sarà davvero un’impresa difficile.

La bellissima Hoi An non incontra quasi mai forti piogge, ed è particolarmente bella tra febbraio e luglio, quando il centro storico e le spiagge sono piene di vita. La zona subisce i famosi temporali tropicali nel periodo tra ottobre e novembre che possono anche trasformarsi in tifoni: se hai intenzione di pianificare le tue vacanze in Vietnam durante questi mesi ti consigliamo quindi di prediligere le altre destinazioni del paese.

Sugli altopiani centrali di Da Lat troverai invece un clima diverso da quello costiero: ti consigliamo di visitare questa località nel periodo che va da novembre a maggio visto che sono quelli meno piovosi.

Il clima del Vietnam per le tue vacanze
Evita la brutta stagione con la nostra tabella dei mesi migliori per visitare il Vietnam
La meta per gli amanti dell’architettura e del buon cibo

Hue, l’antica capitale imperiale

Vista percorso interno nella cittadella di Hue

Il nostro viaggio iniza ad Hue che, nonostante non sia né la città più grande della zona né la località più celebre, per noi ha un valore affettivo molto grande: è proprio qui che è nato il nostro amore per questo Paese.

La nostra prima volta è stata in una caldissima mattinata di aprile, e non sapevamo quasi nulla della cittadina e di cosa ci avrebbe riservato: già solo il viaggio per raggiungere la destinazione fu un’avventura, e mentre ci avvicinavamo al centro non potevamo fare altro che sorridere ed emozionarci per quello che vedevamo scorrere intorno a noi.

Curioso di sapere di più?

Hue è una piccola città nel centro del Paese ed è situata, strategicamente, sulle rive del fiume Song Huong, “il Fiume dei Profumi” (chiamato così per i numerosi fiori che in autunno cadono nelle sue acque); si trova  a circa 700 Km a sud di Hanoi. Il passato di questa località è particolarmente glorioso in quanto è stata l’ultima capitale imperiale del Paese; purtroppo però sono rimaste poche tracce dei tempi d’oro, a causa dei gravissimi danneggiamenti subiti durante l’Offensiva del Têt.

Vediamo assieme che cosa non si può proprio perdere quando si visitano queste zone:

Vacanze nel centro del Vietnam: non perdere la cittadella di Hue

La Cittadella Imperiale

Partiamo con il dire che la Cittadella Imperiale è uno dei Patrimoni dall’UNESCO presenti in Vietnam.

Il complesso è enorme ed è circondato da imponenti mura e un fossato alimentato dalle acque del Fiume dei Profumi. Questi due elementi sono fondamentali per proteggere le varie cittadelle concentricheHoang Thanh (Città imperiale), Tu Cam Thanh (Città proibita viola), Dai Noi (Città interna) e Tran Binh Dai (Città antica).

La Città proibita viola ha molte caratteristiche in comune con la più famosa Città proibita di Pechino, tra cui anche il nome che – curiosità – non si riferisce al colore ma al nome della costellazione di stelle dove risiede il sovrano del Paradiso.

Le imponenti tombe imperiale di Hue

Tombe dell’Imperatore

Poiché la città è stata testimone di molte dinastie, lungo il Sông Hương si possono trovare diverse tombe reali ed imperiali.

Forse la definizione di “tombe” è fuorviante in quanto si tratta in realtà di costruzioni enormi circondate da lussureggianti parchi: molte delle tombe furono progettate dagli imperatori durante la loro vita e alcune furono usate come residenze mentre erano ancora in vita.

Sono per lo più divise in due aree separate: una zona comprende templi e portali, mentre l’altra la sepoltura vera e propria.

Queste strutture sono in diversi stati di conservazione, in quanto sono state per lo più trascurate fino alla fine del XX secolo, prima che diventassero una grande attrazione turistica. 

Pagode

Con i suoi 21 metri, la Pagoda a pianta ottagonale di Thien Mu è il tempio più famoso di Hue. Ti consigliamo di visitare il tempio senza fretta per assaporare la calma e la pace che vi regna.

Se scegli di trascorrere un giorno in più da queste parti, ti consigliamo anche le Pagode di Tu Dam, Tu Hieu e Huyen Khong.

Vista della grotta di Son Doong una destinazione non perdere nel centro del Vietnam

Grotta di Sơn Đoòng

Questa grotta si trova a circa tre ore di macchina dalla città e fa parte del Parco Nazionale Phong Nha-Ke Bang (altro Patrimonio UNESCO): certo, non si tratta di una destinazione “dietro l’angolo” ma, per visitare quella che è considerata la grotta più grande del mondo, bisogna mettere in conto un po’ di spostamenti.

Una città votata al futuro

Da Nang, la città dei ponti

Questa città ospita uno dei maggiori porti vietnamiti ed è molto più grande di quanto sembri: la popolazione supera infatti il milione di abitanti.

Due delle caratteristiche che rendono unica la località sono le mille luci colorate che pare ti catapultino in quello che pare un immenso luna park e, indubbiamente, i ponti disseminati per tutta la città.

Ti stai chiedendo cosa ci può essere di tanto speciale nel visitare ponti?, Beh, siamo quasi sicuri che poche volte nella tua vita avrai attraversato cavalcavia con le sembianze di dragoni, che oltretutto sputano fiamme ed acqua (ogni sabato e domenica alle 21).

E che dire delle immense mani che reggono il Golden Bridge, il ponte dorato sulle Ba Na Hills?

Sin dalla sua apertura sono diventate un’attrazione imperdibile che ha conquistato le attenzioni di tutte le persone interessate a visitare uno dei luoghi più iconici del Vietnam.

Non ti perdere il ponte del dragone di Da Nang al centro del Vietnam
Il famoso "Golden Bridge" di Da Nang

Senza dubbio a Da Nang sanno come stupire ed intrattenere abitanti e viaggiatori, ma troverai molto altro, oltre a questo Per esempio potresti goderti le lunghe spiagge rilassandoti con un cocktail al tramonto, dopo una giornata di mare. Oppure potresti rinfrescarti spostandoti sulle colline che circondano la città e fare qualche bella escursione nei boschi.

Una cosa è chiara:

Da Nang è una città molto giovane e attiva, dove non ci si annoia mai

e dove si può davvero ammirare tutta la voglia di emergere del popolo vietnamita.

Natura lussureggiante

Hoi An, da non perdere la città delle lanterne

Le lanterne di Hoi An

Hoi An è una graziosa cittadina che si trova a pochi chilometri da Da Nang.Una volta arrivati si capisce molto rapidamente perché viene definita che possiamo piccolo gioiello e rientra nella lista dei Patrimoni UNESCO).

Qui la visita non è solo consigliata, ma obbligata: non puoi assolutamente perderti una escursione ad Hoi An durante la tua vacanza in Vietnam.

Nella sua storia, Hoi An è stato un importantissimo porto commerciale utilizzato da cinesi, giapponesi, olandesi e indiani, e ancora oggi è possibile ammirare le coloratissime case dei mercanti, conservate peraltro magnificamente.

Questa località ha davvero il fascino dei tempi andati e percorrere le sue stradine ti farà sognare storie lontane e misteriose. I suoi canali, le lanterne colorate, i piccoli ristorantini tipici: faranno davvero di tutto per conquistarti.

E se non dovesse bastare, eccoti un elenco di destinazioni da inserire nel tuo itinerario:

Il ponte giapponese di Hoi An

Ponte coperto giapponese

Questo ponte di circa 18 metri, risalente al XVIII secolo è immancabile in tutti i sensi: è incantevole e al centro della cittadina… impossibile non vederlo.

Venne costruito dai giapponesi per accedere al quartiere cinese: nei secoli le tracce architettoniche originali sono lentamente state assorbite dallo stile sino-vietnamita.

Santuario di My Son in Vietnam

Il Santuario di My Son

Viene pronunciato “Mi San” e fa parte anch’esso dei Patrimoni dell’Umanità UNESCO. È un complesso di resti del tempio che era il principale luogo di culto del Regno Champa e risale all’VIII secolo.

Il Santuario, ricco di piccoli templi dedicati a divinità Hindu, viene spesso paragonato ad altri complessi religiosi del Sud-Est Asiatico, come Borobudur di Giava in Indonesia, Angkor Wat in Cambogia e Ayutthaya in Thailandia.

Vacanze in Vietnam, vista della spiaggia di A Bang

Spiaggia di An Bang

Questa spiaggia di Hoi An offre una bellissima vista delle 5 colline al sud di Da Nang, chiamate Marble Mountains, della Baia di Da Nang con tutte le sue mille luci e anche delle isole di Cham.

Spiaggia non vuol dire solo relax e nuotate: se ti interessano altre attività – snorkeling, paddle-boarding,surf – troverai l’ambiente adatto e diversi chioschi dove noleggiare il materiale necessario.

Natura lussureggiante

La “riviera asiatica” di Nha Trang

Se cerchi una località giovane, votata al divertimento e al mare, senza dubbio la tua vacanze deve includere anche una sosta a Nha Trang: l’autentica regina notturna della zona.

Bar, discoteche, feste in spiaggia e in barca: le occasioni a Nha Trang per festeggiare sono innumerevoli e ogni scusa è buona per un brindisi tutti insieme. Elencare tutti i locali ed eventi presenti in zona è quasi impossibile infatti, il panorama della vita notturna cambia molto rapidamente: ti consigliamo di passeggiare in particolare sul lungomare e di farti catturare dalla festa.

E il giorno dopo niente di meglio che godersi i sei chilometri di spiaggia dorata che sono perfetti per rilassarsi e godere di un po’ di riposo, dopo la folle vita notturna vietnamita. Se ti dovessi annoiare a prendere il sole, eccoti un po’ di spunti su cosa puoi visitare:

L'imponente Budda di Nha Trang

Statua di Buddha

Questo enorme Buddha bianco è seduto su un fiore di loto è stato costruito nel 1886 nello stile Taoista e può essere visto da ogni angolo della città: se vuoi visitarlo preparati perché ti aspetteranno 152 gradini di pietra. Non farti spaventare da questa prova perché la vista ti ripagherà della fatica.

Le torri di Po Nagar

Po Nagar Cham Towers

Si tratta di un tempio costruito tra il VII e il XII secolo dove si possono ancora vedere i devoti Cham, cinesi, vietnamiti e buddisti che lo frequentano per i loro culti: in origine il complesso del tempio aveva sette o otto torri, ma purtroppo oggi ne rimangono solo quattro.

Come puoi vedere il centro del Vietnam e così ricco di opzioni che non ti sarà facile scegliere cosa visitare:

lo sappiamo bene anche noi. 

Organizzarsi con anticipo e pensare all’itinerario ottimale è sicuramente la scelta migliore.

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •