Seleziona una pagina

Spiagge da relax e villaggi di pescatori

Le isole imperdibili del Vietnam

Trascorrere le vacanze in un’isola tropicale non significa solo spiagge, sole e noci di cocco. Attrazioni da record, parchi naturali ricchi di specie protette, villaggi di pescatori, siti per le immersioni, antichi resti coloniali e molto altro: c’è solo l’imbarazzo della scelta: le isole del Vietnam sono assolutamente imperdibili.

Eccoti quindi un riepilogo delle isole imperdibili del Vietnam che non puoi proprio perderti durante il tuo viaggio!

Vista incredibile a Phu Quoc: una delle isole imperdibili del Vietnam

ATTIVITÀ DA NON PERDERE

Concediti un po’ di relax a Sao Bao, una delle spiagge migliori di Phu Quoc.

VACANZEINVIETNAM CONSIGLIA

Prediti il tempo di passare almeno una notte a Con Dao per ammirare l’alba in riva al mare.

COSA VEDERE

Parchi naturali, barriere coralline e tramonti in spiaggia.

Verdi foreste, spiagge bianche e mare azzurro

Phu Quoc: la perla del sud

La spiaggia imperdibile dell'isola di Phu Quoc in Vietnam
Situata sul confine tra Vietnam e Cambogia, l’isola di Phu Quoc si trova nel Golfo di Thailandia ed è ottimamente collegata grazie al suo aeroporto internazionale: ci sono anche voli stagionali diretti da e per l’Italia.

L’isola è nota per le sue distese di sabbia bianca (tra le tante consigliamo Sao Bao e Long Beach), per le tranquille strade sterrate di terra rossa e per il suo litorale punteggiato di palme.

Più del 50% del territorio fa parte del Parco Nazionale di Phu Quoc: se hai quindi voglia di allontanarti dalle splendide baie troverai diversi sentieri escursionistici e di montagna da esplorare. Phu Quoc vanta spiagge incantevoli, tramonti romantici che insieme alle foreste regalano un’atmosfera di serenità: rendendola una meta di vacanza ideale per i viaggiatori che cercano di sfuggire alla vita frenetica della città.

Consiglio:

Si dice che il miglior pepe nero e la migliore salsa di pesce del Vietnam provengano da Phu Quoc, quindi approfitta dell’occasione per farne scorta!

info utili

Periodo migliore e come arrivare a Phu Quoc

Durante i mesi che vanno da novembre a marzo troverai una temperatura media compresa tra i 25° ed i 28°: decisamente il clima più gradevole per la tua vacanza isolana. Il resto dell’anno le temperature non saranno molto diverse ma aumenterà la possibilità di essere sorpresi da acquazzoni varie.

L’isola e ben collegata grazie sia al Phu Quoc International Airport a Duong To che offre voli interni e internazionali-, sia ai collegamenti marittimi con la terrafermaVia mare sono disponibili diverse opzioni con differenti tempi di percorrenza della tratta: questi collegamenti partono dai porti di Rach Gia City e Ha Tien Town per portarti verso diversi moli: 

  • Bai Vong – quello principale e più centrale, 
  • Da Chong – che è quello situato più a nord 
  • Vinh Dam – il porto più a sud vicino alla spiaggia di Bao Sao. 
I periodi migliori per visitare Phu Quoc in Vietnam
I mesi migliori per visitare l'isola vietnamita di Phu Quoc

non solo mare

Cosa fare a Phu Quoc

Phu Quoc, nonostante sia una splendida isola tropicale, non è solo mare. Diverse sono le attività che si possono fare, durante un soggiorno qui. Ce n’è davvero per tutti i gusti, basta solo decidere se si vuole passare una giornata all’insegna del relax in mezzo alla natura, o se ci si vuole avventurare in un villaggio autentico e, perché no, ammirare l’arcipelago dall’alto.

Imperdibile tempio di Cau nell'isola di Phu Quoc in Vietnam HD

Il Tempio di Cau

Il Tempio di Cau è stato costruito nel 1937 per commemorare Thien Hau (la dea del mare) che i pescatori venerano in cerca di protezione, prima di recarsi in mare aperto per una battuta di pesca.

Questo tempio di trova in cima a una formazione rocciosa che costeggia il piccolo porto dei pescatori di Duong Dong: ti consigliamo di venire qui alla sera per poterti godere un tramonto perfetto da fotografare. Per concludere al meglio la giornata potresti passeggiare nel principale mercato notturno dell’isola: il luogo ideale dove assaggiare gustosi piatti locali e comprare dei souvenir da portare a casa.

Vista dalla funivia dell'isola di Phu Quoc in Vietnam

Funivia di Hon Thom

Con una lunghezza di 7.899,9 metri e un’altezza massima di oltre 170 metri, questa funivia è la più lunga del mondo.
La struttura collega l’isola principale con quella di Hon Thom, che si trova all’interno della preziosa Biosfera di Kien Giang, dove vivono ben 42 specie animali e vegetali da proteggere.

Il tragitto dura circa 15 minuti ma il tempo volerà mentre osserverai le tantissime barche dei pescatori dall’alto.

Orari di apertura: dalle 8 alle 12 e dalle 13.30 alle 17.30 tutti i giorni.

Natura selvaggia nel parco nazionale imperdibile nell'isola di Phu Quoc

Parco Nazionale di Phu Quoc

Questo parco è la casa di 1.164 specie di piante e 206 animali e diverse di queste sono a rischio di estinzione: già questo dà un’idea di quanto questo luogo sia importante, non solo per l’isola, ma in generale per l’ecosistema mondiale.

Vari sentieri di difficoltà differenti permettono di esplorare questa biosfera.

Nelle isole imperdibili del Vietnam c'è Phu Quoc e le sue perle meravigliose

Villaggio dei pescatori di Ham Ninh

Questo piccolo villaggio – uno dei più vecchi dell’isola – è l’ideale se vuoi sperimentare la vita quotidiana dei pescatori locali. Qui avrai modo di assaggiare gustosi piatti di pesce fresco a prezzi molto accessibili.  Il villaggio, inoltre, è molto rinomato anche  per le pesca delle perle e per i souvenir artigianali locali qui prodotti e venduti.

Un piccolo paradiso tropicale

L’affascinante isola di Con Dao

Ricordiamo ancora la prima volta che abbiamo passeggiato scalzi sulla sabbia dell’isola di Con Dao in una fresca mattina di primavera. L’isola era silenziosa come sempre e ogni sensazione era amplificata: il vento salato tra le palme, i nostri passi sui ciottoli verso la spiaggia sabbiosa e le onde del mare. È incredibile come questa terra si sia ripresa dalle ferite della guerra: sembra quasi che la natura l’abbia voluta ricompensare rendendola un incantato paradiso naturale.

L'isola Con Dao e la sua spiaggia

Info utili

Periodo migliore e come arrivare a Con Dao

Consigliamo di visitare l’isola tra i mesi di novembre e febbraio, in quanto è il periodo della stagione secca con una temperatura media che oscilla tra i 26° ed i 29°. Da febbraio a luglio le temperature sono leggermente più alte – tra i 28° ed i 31°- ma, se sei interessato alle immersioni, troverai le condizioni di visibilità migliori per goderti il fondale marino.

Con Dao è facilmente raggiungibile con i traghetti che impiegano circa 2 ore 30 per raggiungere il molo di Tran De in Soc TrangUn’altra opzione può essere quella di volare fino all’aeroporto di Con Dao: in aereo (da Ho Chi Minh City, Hanoi ed Haiphong), o perché no, in elicottero (dall’aeroporto di Vung Tau) per goderti una vista impareggiabile mentre raggiungi la meta.

Mappa dei mesi migliori per visitare Con Dao

piccolo paradiso terrestre

Cosa fare a Con Dao

Paradisiaca e indimenticabile: se vuoi prenderti una pausa dalla vita di mare puoi goderti anche le attività dell’isola, tra natura e storia.

Nella giungla del parco nazionale di Con Dao ci sono tantissimi animali

Il Parco Nazionale di Con Dao

Noto per la sua bellezza selvaggia, il parco istituito nel 1993, è estremamente ricco di flora e fauna, vantando oltre 882 specie di piante e 150 specie animali: qui è possibile avvistare delfini e dugonghi (una specie di lamantino) oltre ammirare la delicata magia della schiusa delle tartarughe (avviene in estate tra giugno e settembre).

Questo ambiente è molto fragile ma, con le dovute cautele, è possibile prendere parte a diverse attività come escursioni, gite in bicicletta, snorkeling e diving.

Prigione di Con Dao

Prigione di Con Dao

Per una tragica ironia, in questo arcipelago paradisiaco c’è un luogo conosciuto come inferno in terra: questa prigione è stata infatti teatro di alcune delle più atroci barbarie contro l’umanità (si parla di più di 20.000 vittime). La struttura fu costruita dai colonialisti francesi nel 1861 e, durante i combattimenti, venne utilizzata dal Vietnam del Sud per imprigionare e torturare i prigionieri di guerra.

L’atmosfera di questo luogo contrasta enormemente con la pace che si respira fuori, ma una visita è necessaria per poter avere una visione più completa di quanto successo nel passato: ricordare serve a impedire che certe cose possano succedere di nuovo.

Otto piccole gemme preziose

Le selvagge isole di Cham

Le isole di Cham in Vietnam

Le otto piccole isolette di Cham (e Hon Ong), abitate da più di 2500 anni, si trovano al centro del Paese al largo della costa di Hoi An, e nel 2009 sono state riconosciute dall’UNESCO come Riserva Mondiale della Biosfera.

Hon Lao essendo l’isola principale è anche la più popolosa e attiva: qui potrai trovare villaggi di pescatori e spiagge tranquille, ideali per prendere il sole e praticare sport acquatici.

Non perderti le magnifiche 7 spiagge, su questa isoletta, ognuna con caratteristiche differenti:
Bai Bac: la spiaggia settentrionale, con diverse grotte naturali
Bai Ong: vicino al molo, con molti ristoranti dove gustare piatti locali
Bai Lang: essendo la spiaggia utilizzata prevalentemente dai pescatori non è adatta alla balneazione, ma può essere una location interessante se ti interessa scattare fotografie originali diverse dal solito
Bai Xep: molto tranquilla e poco affollata
Bai Chong: una bella spiaggia con bagni attrezzati
Bai Bim: spiaggia libera molto bella
Bai Huong: punto di attracco di molti natanti è consigliata per i deliziosi frutti di mare

Stand up Paddle nell'isola imperdibile di Cham in Vietnam

Consiglio:

se ti piace fare snorkeling e immersioni, ti consigliamo il Parco Marino di Cu Lao

dove potrai ammirare l’incredibile e colorata barriera corallina.

Periodo migliore e come arrivare sulle isole di Cham

Questi territori sono visitabili per tutto il periodo che va da marzo a settembre, ma quello in cui ti consigliamo di viaggiare è tra giugno e agosto, dove troverai ad accoglierti una media di 28°. Numerosi traghetti giornalieri ed Express Boat effettuano i collegamenti tra la spiaggia di Chau Dai – ad Hoi An – e queste isole.

Questo Paese è uno scrigno ricco di tesori che attende solo di essere scoperto… anche in riva al mare.

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •