Seleziona una pagina

Vietnam del Sud: le mete più importanti

Vietnam del Sud: le mete più importanti

Dall’energia della moderna metropoli di Ho Chi Minh City alle spiagge selvagge di Phu Quoc, il Vietnam del Sud è il mix perfetto per chi è alla ricerca di una vacanza all’insegna dell’adrenalina. Scoprirai che ci sono davvero tante cose da vedere e da fare e troverai destinazioni ancora poco conosciute: grattacieli, motorini, street food, ma anche palme, mercati galleggianti, spiagge bianche e risaie incontaminate lungo le rive del Mekong. Se stai organizzando un viaggio verso questa incantevole destinazione, ecco le mete che ti consigliamo di non perdere!

Ho Chi Minh City: una città dedicata al proprio eroe

ATTIVITÀ DA NON PERDERE

Concediti un po’ di relax tra le mangrovie del Delta del Mekong

VACANZEINVIETNAM CONSIGLIA

Un’esperienza fuori dal tempo: attraversare il confine con la Cambogia via fiume

COSA VEDERE

Il tramonto da una delle tante terrazze della città, i piccoli mercatini pieni di colori e sapori nuovi 

Le due stagioni del sud

Quando andare

Il clima del Vietnam meridionale è molto particolare, infatti è diviso in sole due stagioni: una secca e una umida.
Come puoi facilmente immaginare la stagione secca prevede pochi giorni di pioggia al mese: l’ideale per visitare questa parte del paese.
La stagione secca comincia a novembre e termina a inizio maggio quando comincia ufficialmente la stagione delle piogge.

Tabella delle temperature medie nel sud del Vietnam
Mese per mese i consigli del periodo migliore per visitare il Vietnam

La metropoli con il cuore grande

Ho Chi Minh City, l’ex capitale del Sud

C’è una grande differenza tra il Vietnam del Sud e quello del Nord, a cominciare dalle due metropoli: la caotica Ho Chi Minh City non assomiglia affatto alla “tranquilla” Hanoi. Entrambe hanno in comune solo gli edifici ereditati dalla colonizzazione francese. Ma non ti preoccupare, anche il trambusto della città più importante del Vietnam meridionale ha un certo fascino.

Non vedi l’ora di immergerti nella sua atmosfera? Questi i luoghi assolutamente da vedere:

  • il mercato di Ben Thanh;
  • la Cattedrale di Notre Dame;
  • l’Ufficio Postale Centrale;
  • la Nguyen Hue Walking Street;
  • il Museo della Guerra.

Non andare in confusione se qualcuno la chiama Saigon! In fondo questo era il nome di Ho Chi Minh City durante il periodo in cui è stata capitale del Vietnam del Sud, vale a dire dal 1949 fino al 1975, anno della riunificazione del Paese.

 

Ho Chi Minh City: una città dedicata al proprio eroe

Un ecosistema unico al mondo

Can Tho e il Delta del Mekong

I tipici mercati del Vietnam del Sud
A poco più di 150 km da Ho Chi Minh City troverai il delta del dodicesimo fiume più lungo al mondo: il Mekong. Dopo un lungo viaggio di oltre 4300 km attraverso Cina, Birmania, Thailandia, Laos e Cambogia, le sue acque sfociano proprio nel Vietnam del Sud, più precisamente nel Mar Cinese Meridionale, dando vita a un vero paradiso tropicale.
I corsi d’acqua e la terra fertile creano l’habitat perfetto per la coltivazione del riso e della frutta esotica: cocco, mango, ananas, papaia, frutto del drago e anche il durian, un frutto sconosciuto in Occidente ma molto apprezzato nel Sud-Est Asiatico. Can Tho è la città principale del Delta del Mekong e, se vuoi assaggiare le specialità di questa regione, ti consigliamo di inoltrarti nei caratteristici mercati sull’acqua. Un’escursione sulla barca tradizionale tac rang al mercato galleggiante di Cai Rang rappresenta l’occasione ideale per vedere i commercianti locali in azione.

Natura lussureggiante

Parchi e riserve naturali del Vietnam del Sud

Situato a 160 km a nord-est di Ho Chi Minh City, Cat Tien è uno dei più importanti parchi nazionali del Vietnam. I 72.000 ettari di fitta foresta pluviale ospitano un’enorme varietà di flora e fauna. Oltre a offrire un rifugio per elefanti e leopardi in via d’estinzione, questa selva è anche casa di più di 230 specie di uccelli e migliaia di farfalle.

Il Parco Nazionale di Chu Yang Sin.

Scala la vetta del monte Chu Yang Sin oppure vai alla ricerca di Bim Bip, la cascata nascosta ai piedi del monte Yang Tao. Questa foresta tropicale potrebbe non essere facile da raggiungere, ma i panorami mozzafiato ripagano tutti gli sforzi.

Il Parco Nazionale di U Minh Thuong.

Una barca tradizionale è il mezzo perfetto per esplorare questa paludosa foresta di mangrovie. Se il birdwatching è la tua passione, in questo parco troverai più di 187 specie di uccelli

Vista aerea di Ninh Binh di un tour sul fiume

La Foresta di Tra Su Cajuput.

Gli stretti corsi d’acqua delimitati dalle mangrovie formano una fitta rete di “strade” fluviali navigabili. Questa tappa è un’occasione unica per perderti tra tappeti verdi di ninfee e fiori di loto.

Ricorda: per proteggerti dalle malattie infettive trasmesse dalle zanzare che popolano le aree verdi e paludose del Vietnam, non dimenticare di mettere in valigia un repellente con almeno il 30% di DEET. Potrai anche acquistarlo sul posto, ma meglio arrivare già attrezzati!

Le spiagge dove rigenerarsi

Il Vietnam del Sud per una vacanza al mare

Phan Thiet e alle dune di Mui Ne. Conosciute dai vietnamiti come grandi comunità di pescatori, queste due località hanno conquistato chi era alla ricerca di una vacanza al mare lontana dal solito rilassante bagnasciuga. Qui dominano il windsurf, il trekking nel canyon di roccia rossa a Suoi Tien (o Fairy Stream) e le escursioni in quad sulle dune di sabbia rossa.

Se invece sei alla ricerca di resort e spiagge tranquille, le isole di Con Dao e Phu Quoc fanno al caso tuo. Entrambe offrono un mix di montagne, foreste tropicali, fiumi e alcune delle migliori spiagge del Vietnam in cui fare snorkeling e immersioni subacquee.

IL VERDE PIU’ VERDE

Da Lat: Francia o Vietnam del Sud?

A circa 200 km da Ho Chi Minh City, immersa tra le pinete degli Altopiani Centrali del Vietnam del Sud, la piccola cittadina di Da Lat è perfetta per una piccola fuga dal torrido clima vietnamita. L’altitudine di 1500 metri dona, a questa piccola oasi di pace, temperature fresche e piacevoli durante ogni mese dell’anno. Fondata dai coloni francesi nel 1912, Da Lat era soprannominata “Le Petit Paris”; ancora oggi è possibile ammirare grandi ville in stile europeo, unite a uno splendido scenario naturale formato da foreste, cascate e laghi.

Il cuore di Da Lat è il mercato centrale: attivo sin dalle prime ore del mattino, pullula di venditori di cibo di strada, frutta, verdura, vestiti e giocattoli. Ma non è tutto: se pensavi di riuscire ad ammirare paesaggi mozzafiato e incontrare le minoranze etniche solo nel Vietnam del Nord, ti assicuriamo che non è così. Da Lat, infatti, è una meta molto amata dagli escursionisti e, in generale, da chi desidera immergersi nelle tradizioni dei piccoli gruppi etnici che la abitano.

Una storia drammatica che deve essere conosciuta

Vietnam del Sud: i luoghi colpiti dalla guerra

Oltre al Museo della Guerra di HCMC, per rivivere e conoscere più a fondo gli eventi dei conflitti vietnamiti, puoi visitare:

– i Cu Chi Tunnel, una rete di gallerie sotterranee che ha svolto un ruolo fondamentale per la sopravvivenza di molte persone;

– le prigioni di Con Dao, un carcere conosciuto come “l’inferno in terra”;

– la città di Nha Trang, con il suo campo d’addestramento Binh Ba e l’ex base aerea statunitense Cam Ranh Bay;

– Xeo Quyt, una foresta che nasconde i resti dei bunker dove si nascondevano i vietcong;

 

Questi luoghi tristemente famosi sono importanti per comprendere i fatti avvenuti in questo Paese.
Raccontano di tanto dolore sofferto ma sono anche un esempio di rinascita e voglia di sorridere, e da questo nasce una bellissima lezione di vita.
Oltre a questi luoghi, per approfondire il tema visitate anche le caratteristiche basi militari, come quella di Vinh Long o di Phuoc Vinh: sarà come passeggiare in un particolarissimo museo a cielo aperto.
Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •